Cerca nel blog

martedì 27 gennaio 2009

Battisti sta bene in Brasile

L'Italia conta quanto il due di Picche.
Non riesce ad espellere dall'Italia gli extracomunitari indesiderati e non riesce neppure a far rimpatriare dal Brasile un assassino.
Per questo secondo caso l'Italia ha richiamato l'ambasciatore italiano dal Brasile per consultazioni e sono in cantiere altre azioni di protesta: salterà l'amichevole di calcio Italia-Brasile? il Brasile non sarà invitato al summit delle nazioni previsto a giugno in Italia?
In verità sono dispiaciuto che l'Italia non abbia negli anni creato la rispettabilità internazionale che è dovuta ad un Paese serio.
Ma più dispiaciuti di me sono senz'altro i docenti ed i professori della Sapienza, per la grave occasione persa di sentire Battisti pontificare nella sua Aula Magna, e qualche partito che già sognava di farlo diventare senatore o europarlamentare.
E sì. Non c'è alcun ex brigatista che non sia passato alla Sapienza e che ora lavora tranquillo in qualchge istituzione, nazionale o regionale.
Battisti sta bene in Brasile.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Un segnale forte potrebbe essere annullare la partita, visto che è anche un'amichevole. Sul mancato invito al summit....beh, bisognerebbe che i nostri politici avessero gli attributi per farlo. E io dubito fortemente.
Claudio

nicola ha detto...

"un segnale forte" deve essere forte.
Per me potrebbe essere quello di inviare in Brasile tutti i brasiliani detenuti nelle carceri italiane.

flo ha detto...

E' vero, sta bene in Brasile, anzi per me neanche esiste, proprio come nella canzone. Battisti non esisti.

nicola ha detto...

Dispiace solo per la brutta figura che continuerà a fare l'Italia.
Quando avremo le palle?

iljester ha detto...

Ciao! :)
Volevo avvisarti che è stato aperto un forum per parlare di politica, attualità e cultura.
Mi piacerebbe che anche tu fossi dei nostri, nonostante il forum non sia mio...
sto un po' avvisando tutti i miei contatti.
Se ti va, iscriviti! ;)
Un caro saluto! :)

l'indirizzo è: http://bbabel.iljester.it/

fioredicampo ha detto...

Ci sono anche tanti tanti tanti pregiudicati, inquisiti, condannati in via definitiva in Parlamento... e pare che ci stia bene così visto che l'unico (anzi sono due) che vorrebbe fare piazza pulita è l'uomo più odiato l'Italia.
Nel nostro paese l'unica certezza è quella dell'impunità.
Un bacio:-)

nicola ha detto...

Fiore, se dobbiamo credere alle sentenze, quello è un pluriomicida coperto da una lobby di intellettualoidi.
In Italia verrebbe fatto presidente della repubblica, altro che parlamentare.