Cerca nel blog

martedì 30 settembre 2008

Se Berlusconi è do Nascimiento, Di Pietro è Wanna Marchi

Qualcuno mi deve spiegare perchè se una persona è simpatizzante della sinistra è una persona razionale mentre se la stessa persona simpatizza per il centrodestra è stata invece sottoposta ad un lavaggio del cervello mediatico.
E' quello che afferma Di Pietro sul suo Blog: ".....dico che Berlusconi è un po come Do Nascimento: continua ad imbonire l'opinione pubblica con messaggi totalmente falsi, ......."
Di pietro, che per me è l'uomo meno limpido del panorama politico italiano, è il vero imbonitore di piccoli cervelli, e fa leva sulla semplicità e sulla ingenuità della gente per giocare a fare lo statista.
Di Pietro dovrebbe spiegare: come ha fatto in così pochi anni a diventare miliardario? Così lo faccio anche io ! Appartamenti e terreni un po' ovunque! Mi spiegasse anche perchè ha lasciato la magistratura! Mi spiegasse che meriti aveva per essere eletto senatore al Mugello al posto di Curzi appena lasciata la magistratura! Con gente così non è sicuramente in pericolo la democrazia attuale perchè la sanno gestire bene per farsi i propri comodi e senza dare spiegazioni. Poi ci dica perchè dopo le elezioni non ha rispettato lui, persona seria ed irreprensibile, i patti e non è confluito nel PD. (Attenzione: solo pochi giorni dopo aver saputo quanti deputati aveva...!!).
Che persona corretta!

Ma, mentre Di Pietro sparla e offende, Berlusconi agisce e noi italiani gli diciamo grazie.
Grazie di avere ripulitio Napoli,
grazie di avere abolito l'ICI,
grazie di avere salvato Alitalia,
grazia di avere dato un colpo mortale alla camorra.
Grazie Presidente e sono certo che tanti altri grazie verranno.

Ma il problema è che il vero imbonitore (Di Pietro) di piccoli cervelli aumenta i consensi anche se tutti gli orfani della sinistra gridano che non potranno mai essere rappresentati da questo individuo senza arte nè parte. E allora i consensi provengono da gente del PD?
E allora anche lo spaesato Veltroni si mette a sparlare di Berlusconi per evitare la fuga degli elettori dal PD all'IdV. E, per dirla come il mio amico arciprete , nell'angoscia di dimostrare che ancora esiste, la spara grossa, contando almeno sul rumore. Dice che l'Italia rischia la svolta autoritaria.
Ma Veltroni è ancora meno credibile di Di Pietro. Perchè?
Perchè se il leader dell'opposizione fosse credibile domattina accadrebbe quanto segue:
a- crollo dei prezzi di Bot e CCT per ritiro degli investitori stranieri spaventati;
b- fuga dei capitali all'estero;
c- giovani che si armano e si rifugiano in montagna per prepararsi alla resistenza;
d- reazioni politiche internazionali, consultazione di ambasciatori e moniti europei al governo.
Naturalmente niente di tutto questo accadrà perchè quello che dice Veltroni è insignificante.
Grazie arciprete.

1 commento:

Camelot ha detto...

O.T. Bassolino ha avuto un altro avviso di garanzia. E' indagato per reati ambientali. L'assessore Cardillo, invece, e sotto indagine per concorso in abuso d'ufficio e truffa ai danni dello stato ;)