Cerca nel blog

martedì 17 febbraio 2009

"Ugo chi????????"

Stamattina ho detto ad un amico: "Ha vinto Ugo Cappellacci".
Con faccia interrogativa mi ha risposto: "Ugo chi?????"
Questa è la migliore dimostrazione che la luna di miele tra la gente e Berlusconi non è finita.
Lui sceglie il più sconosciuto (come anche in Abruzzo con Chiodi), lo contrappone ad un presidente uscente, famoso imprenditore, padrone di giornali e.....vince.
L'errore di Soru è stato quello di volersi presentare come l'anti-Silvio e dare a questa competizione una valenza nazionale. Forse se lo scontro fosse rimasto in Sardegna, la differenza non sarebbe stata di 9 punti.
Ma lo scontro tra Soru e Berlusconi lo ha perso Veltroni. Infatti la Lista ha perso ben 18 punti.
Chissà se dall'altra parte avranno capito quali sono stati gli errori per questa catastrofe.

Pd 24,42
Idv 5,20
Prc 3,13
Rosso Mori 2,31
Pdci 2,02
Sin. per Sard. 1,53
Totale coalizione 38,62

Pdl 30,53
Udc 9,37
Riformatori 6,99
Psd'A 4,39
Uds-Psi 3,32
MPA 2,08
Totale coalizione 56,71

PD = 24,42% è l'unico sconfitto.
Per me, la delusione dell'esperienza dell'Unione è stata troppo grande ed ancora scotta; tutte le liti anche nella scelta se un bicchiere d'acqua doveva essere liscia o gasata, tutti i consigli dei ministri che non trovavano mai unità di intenti, tutti i NO detti dai verdi alle infrastrutture utilissime, mentre Diliberto che sognava altro che far giungere la salma di Lenin in Italia, sono ancora negli occhi degli italiani.
Secondo me, riproporre quindi l'alleanza del PD con quella sinistra ha fatto perdere agli elettori la speranza della spinta riformatrice che il PD va predicando. In questo modo, contrariamente a quello che pensa D'Alema, si sono persi i voti di tutti i moderati.
Non avevano neppure riflettuto sul fatto che avevano vinto in Trentino con l'UDC ed avevano perso in Abruzzo senza UDC. Due sono le alternative: o non ci hanno pensato o Berlusconi ci ha pensato prima di loro.
Speriamo che ora riflettano sul fatto che a Firenze le primarie sono state "stravinte" da un certo Matteo Renzi, 34 anni, cattolico, ex segretario del Ppi fiorentino e poi coordinatore della Margherita, da sempre molto vicino a Francesco Rutelli; ha surclassato i due deputati del Pd Michele Ventura (ex Ds) e Lapo Pistelli (ex Margherita), e l'assessore comunale all'Istruzione Daniela Lastri, ex diessina. Finalmente emerge un giovane, non voluto dalle segreterie, che avrebbero volentierei scelto Scalfaro o Zavoli.

2 commenti:

Isacco ha detto...

Grazie per avermi Linkato, io ho fatto altrettanto.

Ehm, si vede che hai avuto più tempo,
hai descritto il risultato a perfezione.

Ciao.

Anonimo ha detto...

analisi di parte..manca il 'voto' degli assenteisti..e comunque ha stravinto l'IDV..e L'UDC