Cerca nel blog

domenica 22 febbraio 2009

Da non credere

Arrivano qui clandestini; noi, invece di prenderli a schioppettate come fanno gli spagnoli, o comunque buttarli fuori come fanno tutti gli altri Paesi, gli diamo da mangiare e da dormire.
E quelli cosa fanno? Appena messo piede sulla terraferma inscenano proteste contro il governo e dettano condizioni, e se le condizioni non vengono accettate danno fuoco a tutto.
Per la precisione, danno fuoco a quello che noi abbiamo costruito con i nostri soldi per dare da mangiare a loro.
E ancora si trova qualcuno che gli dà ragione e che non ritiene che sia il caso di buttarli fuori tutti dal primo all’ultimo a calci in culo. Roba davvero da non credere.

Ovviamente non è che non esistano i rifugiati veri, i perseguitati veri, che hanno diritto a tutta l'attenzione e a tutta l'assistenza, ma nel caso specifico si tratta di tunisini, nella cui terra non c'è né guerra, né carestia né una situazione particolarmente drammatica in relazione ai diritti umani.

Barbara

4 commenti:

Anonimo ha detto...

I clandestini sono istruiti per bene sul come comportarsi dai soliti cattocomunisti-buonisti, che provvedono al loro addestramento anche tramite i servizi della TV, che mostrano al mondo mediterraneo e balcanico quanto l'Italia sia debole nei confronti dei prepotenti. E dire che ci chiamano razzisti!!!
Claudio

barbara ha detto...

E infatti è per quello che vengono tutti qui. (grazie per la citazione)

Anonimo ha detto...

Hahaha!
Girano delle videocassette confezionate dai cattocomunisti-buonisti che addestrano i clandestini su come approdare in Italia, un po'come i vhs di hamas o al qaeda... hahahahahah

hihihihi

scusate ma non riesco a fermarmi dallo sbellicarmi dalle risate

hahahahahahahahaha

quanto siete ordinari e dozzinali

Anonimo ha detto...

Beh, noi siamo ordinari e dozzinali per gli imbecilli come te che non capiscono (o non vogliono capire) il significato di quello che si scrive e non hanno neanche il coraggio di firmare le loro cazzate denigratorie.
Claudio