Cerca nel blog

giovedì 25 giugno 2009

Le verità parziali

La vicenda si racconta in poche righe: l’inchiesta del pm Giuseppe Scelsi, infatti, collegata a una precedente inchiesta, condotta dal pm Desirèe Digeronimo, della Direzione distrettuale antimafia di Bari, ruota attorno a Alberto Tedesco (Pd), assessore regionale della Sanità con la giunta guidata da Nichi Vendola.
Con Tedesco, è indagata anche Lea Cosentino, direttore generale della più grande Asl pugliese, anche lei nominata da Vendola.
Tedesco e Cosentino sono accusati di associazione a delinquere finalizzata al falso, alla corruzione e all’abuso di ufficio.
Alcuni mesi fa, in seguito a una miracolosa fuga di notizie dalla procura di Bari, Tedesco viene a sapere dell’indagine e si dimette dalla carica.
Subito dopo comincia a fare il pazzo affinché il Pd gli offra un paracadute. Quello dell’immunità parlamentare. Lo ottiene, senza grandi difficoltà, in questo modo: alle ultime Europee il Pd candida il senatore Paolo De Castro (due volte ministro dell’Agricoltura, con i governi D’Alema e Prodi) e per Tedesco, primo dei non eletti alle precedenti elezioni politiche, si libera un posto in Parlamento. Et voilà.
A questo punto, la domanda è semplice: siamo davvero disposti a non sapere nulla della malasanità di sinistra se in cambio ci dicono tutto sul gossip?
Di Pietro e Travaglio, dove siete?
Perchè Di Pietro non chiede il licenziamento dei direttori del tg3 e di rainew24 per non aver dato questa notizia?
Semplice perchè Travaglio e Di Pietro sono giustizialisti solo contro Berlusconi. E' questo il loro grosso limite che li rende squallidi. Ma, con il tempo uno impara a conoscerli e, se li conosci bene, li cestini. La loro verità è sempre parziale.
Perchè non viene chiesto il licenziamento del TG1 per non aver detto (ovvero per aver nascosto) che l'IdV nelle elezioni amministrative ha dimezzato i suoi voti rispeto alle elezioni europee?


12 commenti:

Claudio ha detto...

La sinistra ha sempre basato il suo successo su tre punti:
1) la spregiudicatezza nel mentire
2) la cieca credulità dei suoi sostenitori
3) l'innegabile capacità di mobilitare le masse instillando l'odio per l'avversario.
Se il centrodestra fosse in grado di apprendere solo il 50% di quanto sopra dalla sinistra, starebbe al 70% dei voti!!

nicola ha detto...

Claudio, sono i tre punti che caratterizzano un regime.
ciao

fioredicampo ha detto...

Peccato che i tre punti elencati siano un'esclusiva del centrodestra.
Qual è il maggior mentitore d'Italia?
Il più spregiudicato nonché pregiudicato?
Quali maggiori creduloni dei suoi sostenitori?
Chi ha instillato l'odio giorno per giorno?
Guardatevi in po' intorno.

minnanon ha detto...

Perchè guardarsi intorno, è sufficiente leggere repubblica!

minnanon ha detto...

E poi sono più di 60 anni che una certa sinistra (quella che fa riferimento al partito comunista) fa ste cose, il centrodestra, che in quanto tale esiste in italia praticamente da quando il berlusca è sceso in campo, deve ancora fare molta strada in questo campo.

nicola ha detto...

x Fiore:
Di Pietro ad Annozero direbbe:
E' vero o non è vero che l'onorevole Lorenzo Cesa era socio, nella Global Media Srl di R.F.?
E' vero o non è vero che l'onorevole Cesa possedeva quote per 11 milioni (più di quante ne possedesse R.F.)?
E' vero o non è vero che R.F. era la maitresse che aveva organizzato un giro di squillo per ottenere favori da un gran numero di politici, tra i quali alcuni stretti collaboratori di Massimo D’Alema.
E' vero o non è vero che alcuni incontri sessuali sono avvenuti all'interno di Montecitorio quando era premier D'Alema?
E' vero o non è vero che R.F. ha patteggiato la pena a fronte dei capi di accusa?

Ora, sapendo che queste notizie (1999) che ci sono state Nascoste per dieci anni, chiedo a Fioredicampo,
chi è il metitore?
chi è spregiudicato?
chi sono i creduloni?

O tu credi che i sinistri lo fanno per la giusta causa?

Non capisco poi nè Cesa nè D'Alema.
Cosa c'è da querelare? sono le carte dei rapporti di polizia e del processo.

Isacco ha detto...

Caro amico, proprio un articolo
da leggere con attenzione.
Chiaro e lampante, tuttavia siamo
lontani da quella presa di coscienza
che la politica dovrebbe avere,
per riacquistare quella credibilità
che ha perso.
La gente non partecipa più ai referendum.
non vuole più sentir parlare di politica,
e quando si parla di scandali gira
la faccia e fa per cambiar discorso.

Sento un comune senso diffuso, che
fa pressappoco così,"SONO TUTTI
UGUALI ! ", destra o sinistra non
conta, sono tutti uguali.

I battibecchi infine lo confermano,
infatti ogni parte recrimina le
stesse cose all'altro, ma non ne
risulta immune.

Allora cosa fare? Certo il fatto
che anche ai tempi di D'Alema
il parlamento era un troiaio,
non mi fa stare meglio, tra l'altro
chi dimentica l'ONOREVOLE CICCIOLINA?
Comunque la pressione fiscale rimane
quella lasciata intorno al 44%
dal governo prodi, però nessuno
dei nostri destrofili si lamenta.

Allora sottolineo, e concludo,
facciamo autocritica, noi di destra
vogliamo qualcosa di più dal nostro
governo.

Ciao.

Mozzy ha detto...

Mi dispiace. Predichi bene e razzoli male.
Ho cercato nel tuo blog ma non c'è nessun post che parla delle vicende giudiziarie, lasciando perdere quelle del premier, dei membri del centro destra.
Vuoi la completezza? Comincia da qui!
Non hai scritto niente della senatrice della lega fermata con 8 chili di cocaina a Lugano. Perchè?
Perchè anche tu scrivi mezze verità...

Anonimo ha detto...

Vedo che Claudio è molto confuso. Ma c'è veramente da chiedersi dove sta la destra e dove sta la sinistra in questo momento politico...dove i partiti liberali nazionalizzano. La semplificazione italiana è così fatta: o si è berluscones o si è comunisti.
Per comunisti non si capisce bene chi egli intenda, sta di fatto, che in questa bolgia di potere che lui ha creato, i valori, quelli che dovrebbero accomunare destra e sinistra, non esistono più. Se per comunisti berlusconi intende quelli capitanati da Prodi, beh, devo sostenere che fortunatamente negli ultimi 15 anni Berlusconi ha governato solo per 10 circa...se avesse governato per tutto il periodo, oggi staremmo sicuramente peggio.
Marzia

nico ha detto...

x Isacco
Il post "Silvio, pensa agli italiani" di pochi giorni fa chiede proprio una sforbicista
alle tasse.

nico ha detto...

x Mozzy
questo blob non è un notiziario.
Con questo post ho voluto evidenziare quali cose le TV ed i giornali ci "nascondono" ed ovviamete ho trascurato quelle che ci vengono propugnate come un tormentone che ci viene passato come diritto di informazione.
ciao

nico ha detto...

La stragrande maggioranza degli italiani evidentemente ha l’occhio lungo e capisce quando uno scandalo è reale e quando invece ha grandi probabilità di essere frutto di qualche manovra politica poco chiara, soprattutto per i tempi e le modalità.